Location: http://www.suiss.unito.it/robots.html
Sei in: Home > Faq

SEZIONE IN FASE DI AGGIORNAMENTO

 

 

Ma che cos'è scienze strategiche?

Come si accede?

Come faccio a superare il test?

Come faccio ad iscrivermi al test?

Com’è strutturato il percorso di studi?

Militari?

C’è un test per accedere alla magistrale?

E dopo la laurea? Che cosa posso fare?

Ma se è un interdipartimento, significa che devo spostarmi tra le sedi per seguire i corsi?

La frequenza è obbligatoria?

Ho terminato gli studi classici ed ho visto nella Guida dello Studente che ci sono diversi corsi scientifici durante i primi anni: troverò difficoltà data la mia preparazione?

E durante l’anno? Come sono organizzate le lezioni? E gli esami?

Crediti liberi? Cosa sono?

Posso effettuare dei tirocini?

C’è la possibilità di fare l’Erasmus?

Un dubbio concreto: a quanto ammonta la tassa universitaria per Scienze Strategiche?

Ma che cos'è scienze strategiche?

E’ una struttura universitaria interdipartimentale. Ciò significa che vi afferiscono corsi di studio provenienti da differenti dipartimenti, e più precisamente: Matematica “Giuseppe Peano”, Chimica, Fisica, Informatica, Culture Politica e Società, Giurisprudenza, Management, Scienze Economico-Sociali e Matematico-Statistiche.
Ad esempio i corsi di Istituzioni di Diritto Pubblico, Procedura Penale Transnazionale provengono dal CdL in Giurisprudenza. Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi, Relazioni Internazionali, Antropologia Culturale, invece, da Culture Politica e Società.

Come si accede?

E’ un corso di laurea ad accesso programmato: è previsto cioè un test di ammissione (solitamente i primi di settembre) e solo 40 iscritti riusciranno ad accedere. Sono inoltre riservati 2 posti a giovani cinesi e 2 agli studenti non-comunitari.

Come faccio a superare il test?

Il test è articolato in 50 quesiti a risposta multipla da completare in 60 minuti. Non ci sono particolari “Alpha test” o volumi appositi su cui prepararsi, ma sappi che ti verranno poste domande di cultura generale, comprensione della lingua italiana, matematica, logica, storia contemporanea, diritto pubblico, economia, attualità (perciò cerca di leggere giornali e seguire i notiziari!).
Non c’è un punteggio minimo da raggiungere (saranno presi i primi 40 con possibilità di ripescaggio), ma ricorda che ogni errore comporta una riduzione di 0,333 punti. Meglio non tirare a caso e lasciare piuttosto la risposta in bianco, ovvero non perdere né ottenere punti.
Puoi trovare a questo link i test di ammissione degli anni passati ed esercitarti!

Come faccio ad iscrivermi al test?

Di seguito ti indichiamo i passi che dovrai compiere:

  • Vai su www.unito.it e clicca su “Login-Myunito” in alto a destra. Clicca poi su “Registrati al portale”

  • Rieffettua il Login e sulla sinistra cerca “Servizi per gli studenti” => “Immatricolazioni ed iscrizioni” => “Concorsi ammissione corsi accesso programmato”. Scorri la pagina ed in fondo scorgerai “Scienze Strategiche”. Leggi il bando e segui poi le istruzioni.

  • Ricordati che i bandi dell’anno accademico corrente saranno disponibili da circa metà luglio e dovrai iscriverti entro metà agosto, quindi controlla costantemente il sito!

Com’è strutturato il percorso di studi?

Come quasi tutte le università, anche Scienze Strategiche offre un percorso 3+2, ossia un corso di laurea triennale e la possibilità di scegliere tra 3 CdL di 2° livello: Scienze Strategiche e Politico-Organiazzative, Scienze Strategiche e Logistiche, Scienze Strategiche ed Economico-Amministrative. Inoltre sono previste altre 2 specializzazioni in Scienze Strategiche e delle Comunicazioni e dei Sistemi Infrastrutturali attualmente riservate ai soli militari.

Militari?

Scienze Strategiche è un percorso di studi che è stato creato appositamente per i militari, ma a partire dal 2000 anche gli studenti civili vi possono accedere. Le due carriere universitarie, e successivamente professionali, sono separate, eccezione fatta per alcuni corsi comuni; quindi anche gli sbocchi professionali sono distinti: chi si iscrive a questo corso da civile NON avrà agevolazioni per accedere al mondo militare.

C’è un test per accedere alla magistrale?

No. L’accesso è libero e senza debiti per chi proviene dalla triennale in Scienze Strategiche. E’ possibile iscriversi ai CdL di 2° livello anche a chi ha conseguito altre tipologie di laurea di 1° livello colmando i debiti formativi richiesti. Sarà compito della Segreteria accertare, per ogni specifica casistica, gli esami aggiuntivi da sostenere.

E dopo la laurea? Che cosa posso fare?

Scienze Strategiche fornisce una preparazione a 360° grazie alla multidisciplinarietà degli insegnamenti. I laureati sono quindi orientati ad operare in vari campi con incarichi di comando, di direzione, di gestione e di coordinamento. Alcuni possono essere: la tutela del territorio nazionale, le organizzazioni di volontariato e del terzo settore, la tutela degli interessi strategici ed economico-finanziari sia nazionali che comunitari e la tutela dell’ambiente. Gli ambiti lavorativi possono essere sia nazionali che internazionali e sia nel settore pubblico che in quello privato. Essendo un CdL molto recente, sono disponibili poche statistiche circa gli sbocchi professionali effettivamente intrapresi dai laureati. Possiamo comunque dirti che alcune studentesse stanno collaborando con il Ministero della Difesa, con la Commissione Europea e con la NATO.

Ma se è un interdipartimento, significa che devo spostarmi tra le sedi per seguire i corsi?

Assolutamente no. Sono i professori a raggiungerci! Le lezioni si svolgono i primi 3 anni presso la Scuola di Applicazione dell’Esercito con ingresso in Via Confienza 16 (Palazzo Simoni) per poi spostarsi a Palazzo dell’Arsenale per i CdL specialistici. Nella struttura si può anche usufruire di servizi come aule studio e bar interno.

La frequenza è obbligatoria?

No, però è vivamente consigliata. Un punto di forza del corso, data dalla limitata disponibilità di posti, è la maggiore interattività tra studenti e docenti. Lavori di gruppo, approfondimenti, dibattiti sono all’ordine del giorno.

Ho terminato gli studi classici ed ho visto nella Guida dello Studente che ci sono diversi corsi scientifici durante i primi anni: troverò difficoltà data la mia preparazione?

I corsi scientifici sono di base e tendono a ripercorrere tematiche già affrontate alle scuole superiori. Anche per i provenienti da istituti tecnici e professionali, non ci saranno enormi difficoltà in quanto i corsi sono finalizzati a portare tutti al medesimo livello e sono modulati comunque sulla preparazione generale degli studenti.
Andando alla sezione “Corsi” del sito potrai visualizzare il programma dettagliato di tutti gli insegnamenti.

E durante l’anno? Come sono organizzate le lezioni? E gli esami?

Durante il percorso triennale le lezioni sono molto compatte e ben distribuite su tutta la settimana (dal lunedì al venerdì) con un orario compreso generalmente tra le 9 e le 16 (con pausa pranzo dalle 13 alle 14). Gli esami si concentrano fra gennaio e febbraio (sessione invernale) e tra giugno, luglio e settembre (sessione estiva). Durante la magistrale gli orari di
lezione potranno essere più variabili grazie alla possibilità di inserire corsi a scelta tra i crediti liberi.

Crediti liberi? Cosa sono?

Ogni attività universitaria è caratterizzata da un determinato numero di crediti (CFU). Con questo termine si intende misurare il lavoro svolto dallo studente. Durante il CdL triennale in Scienze Strategiche, e soprattutto nei primi due anni, i corsi sono da 6 CFU, mentre dal 3° anno ci sono corsi con ‘pesi’ diversi. Quindi sono previste delle attività facoltative per conseguire i crediti liberi necessari al raggiungimento dei 60 CFU annuali richiesti. Va detto che tra i crediti liberi si possono inserire attività non prettamente didattiche, come tirocini, seminari, certificazioni di lingua straniera e/o informatica.

Posso effettuare dei tirocini?

Sì. Sia durante il CdL di 1° che di 2° livello puoi mettere in pratica ciò che hai appreso dalle attività didattiche scegliendo di fare un’esperienza professionale. Ci sono diversi enti ed organizzazioni con cui Scienze Strategiche è convenzionata e presso cui molti studenti hanno già svolto attività lavorative, ma potrai comunque proporre una collaborazione con una realtà non inclusa fra queste, previo vaglio presso la Segreteria dell’Università. Inoltre, per chi fosse interessato, annualmente viene bandito un concorso per poter svolgere il tirocinio in ambito militare, presso alcuni uffici della Scuola di Applicazione.

C’è la possibilità di fare l’Erasmus?

 Sì, come in tutti i dipartimenti. Inoltre, essendo Scienze Strategiche un interdipartimento, c’è la possibilità di partecipare ai bandi emanati da tutti gli 8 dipartimenti afferenti, aumentando quindi le possibilità di partecipare al progetto.

Un dubbio concreto: a quanto ammonta la tassa universitaria per Scienze Strategiche?

Le tasse universitarie sono flessibili e proporzionali alla situazione economica familiare: dipendono da alcuni criteri come la dichiarazione ISEE/ISEEU e l’iscrizione part-time o full-time. In questo modo ciascuno studente è inserito in una determinata fascia contributiva a cui è associato l’importo da pagare. Le tasse universitarie solitamente sono suddivise in due rate annuali: una si versa nel periodo autunnale ed una in quello primaverile. Maggiori informazioni e regolamenti sono disponibili a questo link.
Esiste inoltre la possibilità di richiedere borse di studio all’ente EDISU, nonché il posto letto nella residenza universitaria, l’agevolazione per la mensa ed altre facilitazioni. Questo è il sito con i requisiti aggiornati: www.edisu.piemonte.it.

Ultimo aggiornamento: 25/05/2017 13:41

Verbali

Riconoscimento Diploma di Laurea in Scienze Strategiche

Campusnet Unito
Non cliccare qui!